Artisti Amatoriali

Forum per appassionati di scrittura, musica, disegno e ogni forma artistica
 
IndiceCalendarioFAQCercaLista utentiGruppiRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Walter Chiari fino all' ultima risata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Fatachiara
Admin


Messaggi : 5444
Punti : 11591
Reputazione : 272
Data d'iscrizione : 29.07.10
Età : 37
Località : Ferrara

MessaggioOggetto: Walter Chiari fino all' ultima risata   Mar Feb 28, 2012 4:19 pm










-----------------------------------------
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Fatachiara
Admin


Messaggi : 5444
Punti : 11591
Reputazione : 272
Data d'iscrizione : 29.07.10
Età : 37
Località : Ferrara

MessaggioOggetto: Re: Walter Chiari fino all' ultima risata   Mar Feb 28, 2012 4:28 pm

Fonte : http://it.wikipedia.org/wiki/Walter_Chiari_-_Fino_all'ultima_risata

Walter Chiari - Fino all'ultima risata è una miniserie televisiva in due puntate, prodotta dalla Casanova Multimedia e da Rai Fiction, in onda il 26 e il 27 febbraio 2012 in prima serata su Rai 1.
La fiction racconta la vita, i successi come gli insuccessi, del grande attore Walter Chiari, qui interpretato da Alessio Boni (il quale ha dichiarato più volte come questo fosse il ruolo più difficile della propria carriera). La trama si ispira ai fatti e momenti più significativi, concedendosi però alcune licenze, soprattutto all'inizio della vita artistica di Walter Chiari, cogliendone ugualmente la realtà della persona sia dal punto di vista umano che artistico. Impressionante l'interpretazione di Alessio Boni che arriva a somigliare in modo strepitoso a Walter Chiari.

Il racconto parte dalla fabbrica Isotta-Fraschini dove Chiari lavorava come operaio: un giorno, per puro caso, sale sul palconscenico di un teatro per raccontare una barzelletta. Da lì in poi la sua vita si trasferirà sui palcoscenici di mezzo mondo: tv, film, spettacoli teatrali, pubblicità, rotocalchi e, soprattutto, belle donne.
Nella vita di Walter le donne hanno tutte la stessa fondamentale importanza: l'amica di sempre Valeria Fabrizi (interpretata da Bianca Guaccero); Sophie Blondel, starlette di avanspettacolo che lo fa esordire, intepretata da Karin Proia; Alida Chelli, moglie e madre del figlio Simone, interpretata da Dajana Roncione; l'incontro con la bellissima Miss Italia Lucia Bosé (intepretata da Caterina Misasi); infine il travagliato rapporto con quella che veniva considerata la donna più bella del mondo, Ava Gardner (qui interpretata da Anna Drijver).
Ma dietro ogni successo si nascondono le grandi insidie della vita. Chiari viene arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti e al ritorno in scena scopre che le porte del mondo dello spettacolo per lui saranno chiuse.
Inizia a lavorare con le allora nascenti televisioni private ma il grande pubblico lo ritrova in una grande interpretazione attoriale nel film Romance: ma quando è ad un passo dal premio come miglior attore al Festival del cinema di Venezia capisce che non ha ancora finito di espiare le sue colpe.
Finirà così, solo e dimenticato, in un residence del milanese, davanti ad una tv che trasmette i suoi vecchi sketch.

-----------------------------------------
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Fatachiara
Admin


Messaggi : 5444
Punti : 11591
Reputazione : 272
Data d'iscrizione : 29.07.10
Età : 37
Località : Ferrara

MessaggioOggetto: Re: Walter Chiari fino all' ultima risata   Mar Feb 28, 2012 4:56 pm


-----------------------------------------
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Fatachiara
Admin


Messaggi : 5444
Punti : 11591
Reputazione : 272
Data d'iscrizione : 29.07.10
Età : 37
Località : Ferrara

MessaggioOggetto: Re: Walter Chiari fino all' ultima risata   Mer Feb 29, 2012 10:27 am

Per fortuna questa fiction era solo ispirata alla vita di Walter Chiari perché, se avesse dovuto essere una sorta di film documentario in due puntate, parecchie persone oggi ancora vive che hanno fatto parte della vita del suddetto attore si sarebbero messe le mani nei capelli , soprattutto Valeria Fabrizi che si ritrovava con 10-15 anni in più.

Vediamo insieme le incongruenze con l' aiuto dell' enciclopedia online wikipedia :
All' inizio della fiction siamo nel 1948; Walter Chiari e Valeria Fabrizi sono ragazzi ed anche grandi amici, lui lavora all' Isotta Fraschini come operaio ed esordiscono al teatro lui come attore e lei come ballerina nella compagnia di Sophie Blondel.
Nella realtà le cose non sono andate così.
Innanzitutto nel 1948 Walter Chiari non lavorava più all' Isotta Fraschini; era già un attore da qualche anno.
Sul palcoscenico di un teatro salì per la prima volta nel 1944 spinto dagli amici, ma solo nel 1946 esordì nel vero senso della parola grazie ad una soubrette che aveva una compagnia teatrale in proprio e si chiamava Marisa Maresca, non Sophie Blondel.
Nel 1948, Valeria Fabrizi non può aver esordito in teatro in quanto era una bambina di dieci anni.
E' vero che esordì in teatro, ma tra gli anni '50 e gli anni '60, quindi minimo 10 anni dopo.
Nella fiction Walter Chiari e Valeria Fabrizi lavorano sempre insieme al teatro, ma stando a quanto dice wikipedia, hanno lavorato insieme al teatro una volta sola ed anche in tv ed alla radio hanno lavorato pochissimo insieme.
Passiamo alla rottura della relazione amorosa tra Walter Chiari ed Ava Gardner : nella fiction Walter Chiari ed Ava Gardner vanno ad una festa dove Valeria Fabrizi canta con un complesso musicale. Ava Gardner nota che Valeria Fabrizi canta una canzone d' amore guardando Walter Chiari in continuazione, si arrabbia e fa una scenata di gelosia, scappa lasciando Walter Chiari che le corre dietro per fermarla, torna in albergo dove Walter Chiari la troverà a letto con uno sconosciuto ed all' alba passeggiando chiariranno che tra di loro non può esserci niente perché lei è alcolizzata e deve farsi curare in una clinica in America.
Nella realtà forse le cose non sono andate così poiché, stando a quanto dice wikipedia, Walter Chiari alla fine di una cena imitava il marito di Ava Gardner , cosa che alla Gardner aveva dato così fastidio che decise di andare subito all' aeroporto e partire per gli Stati Uniti piantando in asso l' amante.
Ed ora il matrimonio tra Walter Chiari ed Alida Chelli: nella fiction il loro fidanzamento era tutto rose e viole, ma nella realtà non era così poiché avevano tanti problemi e si sono lasciati e ripresi diverse volte prima di sposarsi. Nella fiction i due divorziano quando il loro figlio ha 2 anni e su questo non si può discutere riguardo alla fedeltà alla realtà.
Nella fiction Alida Chelli e Simone (il figlio nato dal matrimonio con Walter Chiari) vivono in America durante l' infanzia di Simone ed Alida Chelli ha un nuovo compagno in America. Sarà vero ? Nella biografia di Alida Chelli non viene menzionato un periodo della sua vita passato in America e dalla lettura mi sembra di capire che non si è mai mossa dall' Italia ed il suo nuovo compagno dopo il divorzio da Walter Chiari non era un americano ma era Pippo Baudo che è italianissimo.
Passiamo ora al film "Romance" che vede protagonisti Walter Chiari ed un giovane Luca Barbareschi presentato al festival del cinema di Venezia : è vero che Walter Chiari non ha vinto il premio come miglior attore, però ha vinto il premio Pasinetti ; nella fiction sembra che abbia avuto tanti articoli sui giornali ma nessun premio.
Concludiamo con le ultime scene della fiction: il giorno della morte di Walter Chiari, l' attore incontra il figlio dopo aver fatto la spesa e gli dice che deve andare a vedere Bramieri al teatro. Poi, quando rientra nella stanza del residence dove vive, si mette in poltrona e guardando i suoi sketch in tv viene colpito da un infarto e muore.
Non è andata proprio così poiché il giorno della sua morte Walter Chiari era già stato a vedere Bramieri al teatro ed il suo impegno era una cena con un impresario teatrale suo amico da diversi anni.
Quando viene trovato morto, la televisione era accesa ma non c' è scritto da nessuna parte che quella sera venivano trasmessi gli sketch dell' attore.

Commentate voi adesso. Rolling Eyes


-----------------------------------------
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioOggetto: Walter Chiari   Mer Feb 29, 2012 11:42 am

Walter Chiari fa parte di una serie di grande prestigio dell'epoca (la nuova comicità) . Una nuova comicità che nasce in fondo dalle ceneri della vecchia comicità tipo Totò . Infatti il personaggio di Walter Chiari in avanti cretino in realtà e molto simile all'onorevole Trompetta di Totò in Vagon lin ma anche il balbuziente è vecchia comicità ma ciò non toglie la grande bravura di Walter anche in considerazione alla concorrenza dell'epoca di Gino Bramieri , Aldo Fabrizi, Enrico Montesano e ancora tanti altri; una vera e propria flotta di comici di alto livello tutti molto bravi ciò nonostante Walter aveva una comicità rassicurante mai volgare sempre misurata ed a modo suo elegante .La vita personale di Walter Chiari è pura mitologia così come quella di Marcello Mastroiani; tutto credibile e non ma non importa se fossero vere le avventure amorose dell'uno o dell'altro, se ne parlava tanto e per l'epoca erano veri e propri gossip. Walter aveva un carattere in realtà molto chiuso quasi timido ma aveva anche una doppia personalità che veniva fuori nel momento che si trovava un pubblico davanti e forse anche con le donne aveva una doppia personalità ma in verità non credo che abbia mai amato nessuno per davvero e questo potrebbe essere il vero motivo di certi errori commessi . Valeria Fabrizi che dire .......

Valeria Fabrizi (da wikipedia)

Arrivò al cinema attraverso i concorsi di bellezza, che la portarono a partecipare al concorso di Miss Universo nel 1957(dove arrivò quarta). Il suo debutto cinematografico avvenne nel 1954, con un piccolo ruolo nel film comico ad episodi Ridere! Ridere! Ridere!. Dalla metà degli anni cinquanta alla metà degli anni settanta recitò in oltre quaranta film.
La rivista
Tra gli anni '50 e gli anni sessanta fu impegnata anche in varie riviste teatrali, dove poteva mettere a frutto anche il suo talento canoro, tra cui Carlo non farlo e L'adorabile Giulio del duo Garinei e Giovannini. Lavorò anche con Erminio Macario.
Nel 1964 si sposò con Tata Giacobetti, uno dei componenti del Quartetto Cetra. Dal matrimonio nacque Giorgia.
Nel 1976 è apparsa nuda sull'edizione italiana della rivista Playboy.
La televisione
Iniziò a lavorare in televisione accanto a suo marito Tata Giacobetti ed al Quartetto Cetra nel 1964, in Il Dottor Jekyll e Mr. Hyde e Storia di Rossella O'Hara della Biblioteca di Studio Uno, e successivamente nella commedia musicale western Non cantare, spara (1968). L'anno successivo presentò, con Corrado, A che gioco giochiamo? popolare quiz show dell'epoca. Seguirono, negli anni settanta, alcune serie poliziesche, fra cui Un certo Harry Brent (1970) e Qui squadra mobile (1973). Nel 1981 è apparsa nel cast dello sceneggiato per la televisione Dopo vent'anni, diretto da Mario Foglietti.
Negli anni novanta ha partecipato ad alcune fiction televisive, tra cui Linda e il brigadiere 2 e Sei forte maestro. Nel 2004 ha recitato in teatro nella commedia Pigmalione (My fair Lady), mentre sul fronte televisivo è intervenuta a "Tournée" un programma che nasce da un'idea di Marianella Bargilli e che sperimenta l'intenzione di portare in televisione il teatro. Alla fine del 2007 compare nel serial tv Un posto al sole, su Rai 3 e nel 2009 recita nella fiction Tutti per Bruno.
Nel 2011 torna in tv nella fiction di Raiuno Che Dio ci aiuti, recitando al fianco di Elena Sofia Ricci. L'anno successivo Pupi Avati la sceglie per la sua nuova fatica televisiva dal titolo Un Matrimonio; l'attrice è infatti presente nel cast assieme a Micaela Ramazzotti, Andrea Roncato e Christian De Sica.
Teatrografia
Giovedì di carnevale di A. De Stefani (protagonista) con G. Durano
La doppia coppia con Walter Chiari
Il malato immaginario con Ernesto Calindri
Senza uscita con Gazzolo
Passo doppio, regia di Giulio Scarnicci e Renzo Tarabusi (1954-1955)
Carlo non farlo, regia di Garinei e Giovannini (1955)
Campione senza volere, regia di Giulio Scarnicci e Renzo Tarabusi (1956)
L'adorabile Giulio, regia di Garinei e Giovannini (1957)
Una donna in blue-jeans, prima donna di Macario (1959)
Undici sopra un ramo, con Erminio Macario (1959)
Boing-Boing, regia di Silverio Blasi (1962)
Pigmalione, regia di Roberto Guicciardini (2004)
Filmografia
Ragazze d'oggi, regia di Luigi Zampa (1955)
Io piaccio, regia di Giorgio Bianchi (1955)
Il falco d'oro, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1955)
La donna più bella del mondo, regia di Robert Z. Leonard (1955)
Il cocco di mamma, regia di Mauro Morassi (1957)
I fidanzati della morte, regia di Romolo Marcellini (1957)
Il cavaliere senza terra, regia di Giacomo Gentilomo (1958)
Vento di primavera, regia di Giulio Del Torre e Arthur Maria Rabenalt (1958)
Le sorprese dell'amore, regia di Luigi Comencini (1959)
La cento chilometri, regia di Giulio Petroni (1959)
La congiura dei Borgia, regia di Antonio Racioppi (1959)
Un canto nel deserto, regia di Marino Girolami (1960)
Caccia al marito, regia di Marino Girolami (1960)
Adua e le compagne, regia di Antonio Pietrangeli (1960)
Anonima cocottes, regia di Camillo Mastrocinque (1960)
Ferragosto in bikini, regia di Marino Girolami (1960)
Akiko, regia di Luigi Filippo D'Amico (1961)
Walter e i suoi cugini, regia di Marino Girolami (1961)
Le magnifiche sette, regia di Marino Girolami (1961)
Scandali al mare, regia di Marino Girolami (1961)
Bellezze sulla spiaggia, regia di Romolo Guerrieri (1961)
Un figlio d'oggi, regia di Marino Girolami e Domenico Graziano (1961)
Vacanze alla baia d'argento, regia di Filippo Walter Ratti (1961)
L'assassino si chiama Pompeo, regia di Marino Girolami (1962)
Il medico delle donne, regia di Marino Girolami (1962)
Il segugio, regia di Bernard-Roland (1962)
Le massaggiatrici, regia di Lucio Fulci (1962)
Queste pazze pazze donne, regia di Marino Girolami (1963)
Il grande ribelle, regia di Georges Lampin (1963)
Finché dura la tempresta, regia di Charles Frend e Bruno Vailati (1963)
La coda del diavolo, regia di Moraldo Rossi (1964)
I marziani hanno dodici mani, regia di Castellano e Pipolo (1964)
Le sette vipere, regia di Renato Polselli (1964)
Le motorizzate, regia di Marino Girolami (1963)
Questo pazzo, pazzo mondo della canzone, regia di Bruno Corbucci e Giovanni Grimaldi (1965)
Här kommer bärsärkarna, regia di Arne Mattsson (1965)
Johnny Oro, regia di Sergio Corbucci (1966)
Delitto d'amore, regia di Juan de Orduña (1966)
Vacanze sulla neve, regia di Filippo Walter Ratti (1966)
Soldati e capelloni, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1967)
Il grande maestro, regia di Daniele D'Anza (1967)
I due magnifici fresconi, regia di Marino Girolami (1969)
Quando gli uomini armarono la clava e... con le donne fecero din don, regia di Bruno Corbucci (1971)
I quattro pistoleri di Santa Trinità, regia di Giorgio Cristallini (1971)
Diario segreto da un carcere femminile, regia di Rino Di Silvestro (1973)
Amore mio spogliati... che poi ti spiego!, regia di Fabio Pittorru e Renzo Ragazzi (1975)
Paolo Barca, maestro elementare, praticamente nudista, regia di Flavio Mogherini (1975)
Grazie... nonna, regia di Franco Martinelli (1975)
Calore in provincia, regia di Roberto Bianchi Montero (1975)
L'inconveniente, regia di Pupo De Luca (1976)
Vai col liscio, regia di Giancarlo Nicotra (1976)
Casta e pura, regia di Salvatore Samperi (1981)
Windsurf - Il vento nelle mani, regia di Claudio Risi (1984)
Caldo soffocante, regia di Giovanna Gagliardo (1991)
Dichiarazioni d'amore, regia di Pupi Avati (1994)
Bagnomaria, regia di Giorgio Panariello (1999)
Natale due volte, regia di Marco Falaguasta (2004)
Notte prima degli esami, regia di Fausto Brizzi (2006)
Il seme della discordia, regia di Pappi Corsicato (2008)
Televisione
Mezzanotte con l'eroe, regia di Leonardo Cortese (1962)
La figlia di papà, regia di Marcello Sartarelli (1963)
Il collegio degli scandali, regia di Flaminio Bollini e Carla Ragionieri (1964)
Biblioteca di Studio Uno: La storia di Rossella O'Hara, regia di Antonello Falqui (1964)
Biblioteca di Studio Uno: Il dottor Jeckill e mister Hide, regia di Antonello Falqui (1968)
Non cantare, spara, regia di Daniele D'Anza (1968)
Un certo Harry Brent, regia di Leonardo Cortese (1970)
Qui squadra mobile, episodio "Tutto di lei tranne il nome", regia di Anton Giulio Majano (1973)
Insieme fino in fondo, regia di Salvatore Nocita (1974)
La città del mondo, regia Nelo Risi (1975)
Nel silenzio della notte, regia di Mario Cajano (1977)
La scuola dei duri, episodio "Dopo vent'anni", regia di Mario Foglietti (1981)
Storia di Anna, regia di Salvatore Nocita (1981)
Voci notturne, regia di Fabrizio Laurenti (1995)
Un prete tra noi, regia di Giorgio Capitani (1996)
Il maresciallo Rocca, episodio "Morte di una ragazza polacca", regia di Giorgio Capitani (1996)
Linda e il brigadiere 2, episodio "Il fratello di Linda", regia di Gianfrancesco Lazotti e Alberto Simone (1998)
Lui e lei, regia di Luciano Manuzzi (1998)
Sei forte maestro, regia di Ugo Fabrizio Giordani e Alberto Manni (2000)
Sei forte maestro 2, regia di Ugo Fabrizio Giordani e Claudio Risi (2001)
Il rumore dei ricordi, regia di Paolo Poeti (2000)
Il bambino sull'acqua, regia di Paolo Bianchini (2005)
Un posto al sole, regia di Bruno Nappi (2007-2008)
Tutti per Bruno, regia di Stefano Vicario (2009)
Don Matteo 8, episodio "Don Matteo sotto accusa", regia di Giulio Base (2011)
Che Dio ci aiuti, regia di Francesco Vicario (2011-2012)
Un matrimonio, regia di Pupi Avati (2012)
Che Dio ci aiuti 2, regia di Francesco Vicario (2012)
Varietà televisivi
Don Giovanni e la sfinge con L. Buzzanca
Il mattatore, con Vittorio Gasmann
Aspettando mezzanotte, con Aldo Fabrizi
Stelle di Natale, con Aldo Fabrizi
Il teatrino di Walter Chiari con Walter Chiari (1959)
L'unione fa la farsa, regia di Romolo Siena (1968-1969)
Il cenerentolo con L. Buzzanca (1969)
A che gioco giochiamo, regia di Lino Procacci (1969)
73... ma li dimostra, regia di Stefano De Stefani (1973)
Non tocchiamo quel tasto, regia di Stefano De Stefani (1974)
Chi?, regia di Giancarlo Nicotra (1976)
Varietà radiofonici
Il Baraccone con Walter Chiari e Vittorio Congia (1963)
I grandi della rivista con Walter Chiari, Radio Rai (1990)
Tornare in alto Andare in basso
Fatachiara
Admin


Messaggi : 5444
Punti : 11591
Reputazione : 272
Data d'iscrizione : 29.07.10
Età : 37
Località : Ferrara

MessaggioOggetto: Re: Walter Chiari fino all' ultima risata   Lun Apr 30, 2012 12:56 pm

Nessuno che ricorda le vere Valeria Fabrizi ed Alida Chelli da giovani vuole intervenire senza ricorrere a wikipedia ?

-----------------------------------------
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Fatachiara
Admin


Messaggi : 5444
Punti : 11591
Reputazione : 272
Data d'iscrizione : 29.07.10
Età : 37
Località : Ferrara

MessaggioOggetto: Re: Walter Chiari fino all' ultima risata   Dom Ott 12, 2014 1:30 pm

Nessuno. Allora chiudo.

-----------------------------------------
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Walter Chiari fino all' ultima risata   Oggi a 10:00 am

Tornare in alto Andare in basso
 

Walter Chiari fino all' ultima risata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 

 Argomenti simili

-
» Stop prenotazioni per il Tgv Parigi-Torino-Milano fino al 31 agosto
» Più di 7 milioni per l'ultima puntata dei Fuoriclasse
» N/T Garibaldi - L'ultima
» L'ultima disavventura di Ruby
» CENTOVETRINE VA IN ONDA FINO AL 22 DICEMBRE!!! CHE SORPRESA!
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Artisti Amatoriali  :: Off topic :: Cinema e Televisione-
Andare verso: